History - Wicker Men - Iron Maiden Tribute Official

Vai ai contenuti

Menu principale:

History

 
ORIGINI...
 
Omaggiare il più grande gruppo della storia Heavy Metal è un dovere per chi, come noi, è cresciuto con la musica degli Iron Maiden..
Questo bisogno ci ha portato a tributare questa band, che così profondamente ha segnato la musica degli ultimi 40 anni, con i propri ritmi poderosi alternati a ballate , con quei testi così significativi e mai banali.

Tutto nasce nel 2009, periodo in cui Claudio Del Duca (alias Klaus) entra a far parte dei WrathChildren, ottima Iron Maiden tribute band che rapidamente si fa largo nel mondo dei tributi...Nonostante gli ottimi risultati la band si ferma per un periodo, ed i membri prendono strade diverse
.
Nel 2014 Klaus decide di riprendere le redini del progetto.. e di cercare i membri adatti alla missione..




                                                                                                                        
 
Alla chitarra, reduce da esperienze di ogni genere, dal reggae al metal più pesante, Federico Antonioli, virtuoso chitarrista del Rovigotto,  appassionato di maiden e fanatico di pulizia del suono, grande showman e padrone del palco. Subito dopo viene da sè il posto da bassista, disegnato a posta per lui:




 Si parla di Francesco Cicogna (o Cico), ottimo bassista dalla costanza e l'impegno adatto ad un progetto del genere; la scelta si rivela più che azzeccata, la filososfia puritana del Cico si sposa perfettamente con l'idea di tribute che Rick e Klaus hanno in mente, la sua presenza scenica rispecchia fedelmente l'immagine che i Wickermen vogliono da un'icona così importante  come uno Steve Harris, insomma il Cico entra da subito a pieno regime nella band e il lavoro di selezione dei membri continua.




Ora è il momento di trovare un Dave Murray, qualcuno che abbia buona dimestichezza con i legati, che abbia magari uno stesso stile..
Klaus allora decide di contattare Stefano Bianchini, chitarrista metal della Verona Beat, presente sui registri dei chitarristi metal del 900, grande chitarrista elettrico e di flamenco, purista di Stratocaster e Marshall, proprio quello che serve ai Wickermen.
Stefano, patito a sua volta di Iron Maiden, accetta subito di buon grado il ruolo offritogli ed è davvero stupefacente come il caso vuole che il Bianchini somigli in maniera incredibile al Dave Murray Originale, con l'aggiunta di particolari occhiali che però non ne precludono la destrezza e la raffinatezza durante l'emulazione del chitarrista britannico.

Ora manca una sola pedina, forse tra le più fondamentali: il batterista.
Si susseguono selezioni su selezioni, ma nessuno sembra avere quella pacca e quella ritmica che contraddistinguono Nicko McBrain dagli altri batteristi; si perdono le speranze..

Ma, come il sole durante una tempesta,arriva Valentino Rech, detto anche Vale;
nonostante sia un batterista che suona prettamente Pop, decide di mettersi in discussione e tentare l'avventura con i Wickermen, mosso dalla passione per la band britannica...
Klaus, Rick, Cico e Ste rimangono subito impressionati del cambiamento che il tutto ha cambiando il solo batterista, Vale ha davvero una pacca molto simile a quella di Nicko e i brani vanno lisci come l'olio;
il tocco di Valentino è davvero il pezzo  che va a completare il puzzle, e i Wickermen sono pronti per buttarsi con anima e cuore nel progetto.


Da subito il band si dimostra all'altezza del compito e riceve consensi unanimi da tutti gli spettatori che assistono ai loro live.
La soddisfazione è tanta e la band decide di investire in scenografie e spettacolo, progettando un palco in stile Iron Maiden in Live, ma per questo vi terremo aggiornati in seguito ;)



 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu